Cantine

Elenco dei prodotti per il produttore Merotto

Una Storia di amore e passione indissolubilmente legata al territorio a cui appartiene, l’azienda agricola di Graziano Merotto sorge a Col San Martino zona vocata per la produzione del Valdobbiadene Docg e che conosce la vite da oltre duemila anni. L’amore per la terra scorre nelle vene dei viticoltori così come la linfa nella vite. Per questo Graziano Merotto lavora personalmente .....
e a mano da oltre quarant’anni le sue vigne seguendo una tradizione ricca di storia e conoscenze trasmessa anche nella sua famiglia di padre in figlio. All’inizio del ‘900 Agostino Merotto era già conosciuto per la bontà del suo Prosecco. Ma Graziano ha anche ricevuto dalla natura il talento di sentire la terra ed i suoi poteri, di intuire ad ogni stagione lo sviluppo della vigna, la maturazione delle uve, il gusto del primo sorso del Superiore. Queste caratteristiche così particolari fanno sì che la storia dell’azienda, pur affondando le radici nella tradizione vitivinicola della famiglia, sia di fatto espressione della personalità di Graziano Merotto e del suo grande amore per la vite.Nel marzo del 1972 fondò la sua cantina iniziando a fare vino sur lie con uva di prosecco. L’ Olchera sarà il primo vigneto di proprietà di Graziano giovanissimo winemaker, ma già profondamente consapevole dell’importanza di una buona gestione dei vigneti. Seguirà nel ‘73 l’acquisto della particella 86 negli anni guadagnata al bosco. Dal ‘75 al ‘79 da uve di pinot bianco e nero, provenienti dalle pregiate zone del Trentino, le cantine Merotto hanno prodotto spumanti con il metodo classico. Al ‘78 risale l’acquisto della prima autoclave. Il metodo Charmat Martinotti affiancherà il metodo classico fino all’86. Dalla fine degli anni ‘80 ad oggi, con dedizione costante, lavoro continuo in vigneto ed importanti investimenti tra cui l’acquisto di vigneti di eccellenza,Graziano Merotto ha raggiunto molti dei suoi obiettivi. Oggi Merotto è considerato tra i migliori produttori di Prosecco Superiore DOCG ottenuto in gran parte da vigneti di proprietà e da selezionatissimo conferitori che lavorano i vigneti delle stesse colline. Dedizione riconosciuta e premiata da numerosi riconoscimenti tra i quali recentemente i Tre Bicchieri del Gambero Rosso per la riserva del fondatore “Graziano Merotto”. 

Considerare la terra come un’entità viva e potente a cui si devono amore, rispetto, gratitudine. I suoi frutti sono doni che l’uomo deve meritare. Così è la vite che chiede per il suo frutto l’esperienza e la fatica dell’uomo profusa nei rituali della viticoltura secondo il ritmo delle stagioni ed una religione naturale. E i risultati, i vini delle cantine Merotto, sono unici e vivi come ogni creatura. E come ogni creatura hanno in se stessi il senso nella propria esistenza. Ecco il motivo per cui spiccano per qualità e riconoscimenti vini di grande successo come prosecchi superiori docg, ma anche referenze meno note e commerciali ma ricche di fascino e unicità. Credere fortemente nel vino e trovare in questa fede energia ed entusiasmo. E Graziano ci ha creduto fin dall’inizio, quando sembrava a molti una scelta senza futuro.

Un patrimonio di valori

La Particella 86 fa parte delle Rive di Col San Martino ed è a 230 metri slm. Appartiene alla Cantina Merotto dal 1973 e la sua ultima sezione è stata convertita a vigneto, presentata ufficialmente ed inaugurata nell’ agosto 2010 da Luca Zaia e rappresenta, come ha sottolineato lo stesso Governatore della Regione, un prezioso patrimonio di valori che è stato creato e si continua a creare con i fatti. La massima eccellenza si fa infatti visione “concreta” nel desiderio di un uomo, Graziano Merotto, di ampliare la sua zona di massima qualità da cui provengono i fiori all’occhiello la cuvée del fondatore “Graziano Merotto” e la “Primavera di Barbara” entrambi classificati Rive di Col San Martino. “Rive” sono la massima valorizzazione delle microzone all’interno del territorio Valdobbiadene Docg Prosecco Superiore.